Un pezzo di ardesia di 230 milioni di anni, è tagliato in sfoglie sottili, delicate ma resistenti, grazie a 600 anni di esperienza artigiana. Prima sotto forma di Suzuri (uno strumento per la calligrafia) e ora come articoli per la tavola, la pietra di Ogatsu ha arricchito la vita dei Giapponesi con la sua bellezza sofisticata, il suo nero assoluto e la sua trama unica.

Il Suzuri è uno strumento essenziale per la calligrafia Giapponese: una grattugia di pietra da inchiostro che serve anche da calamaio. Negli anni ha assunto un valore spirituale e un’importanza che va ben oltre l’essere solamente un utensile. La pietra di Ogatsu inoltre, è riconosciuta in tutto il Giappone come materiale perfetto per la produzione di Suzuri proprio per la sua compattezza e texture interna.

La storia della città, del Suzuri e della lavorazione di alta qualità della pietra di Ogatsu va indietro di centinaia di anni. La tradizione orale la fa risalire a circa 600 anni fa. Negli ultimi decenni la tradizione e l’artigianalità legata a questo materiale stanno trovando una nuova espressione negli accessori da tavola. La superficie setosa dell’ardesia, l’impermeabilità e l’alta resistenza alle temperature, fanno della pietra di Ogatsu un materiale perfetto per la tavola, aumentando la bellezza e il sapore di ogni cibo.

La città di Ogatsu è stata irrimediabilmente devastata dal Grande terremoto e tsunami del Giappone del marzo 2011. Solo dopo sette mesi, e grazie all’aiuto di più di 6000 volontari, si è riusciti a stabilire una prima postazione di vita e di lavoro comune, e dopo un anno si è riusciti per la prima volta a estrarre nuovamente la pietra.

Nel giugno 2014 poi, sono stati costruiti dei laboratori temporanei per assicurare uno spazio di lavoro agli artigiani sfollati.

A chunk of slate aged 230 million years is peeled into thin, delicate yet durable leaves with 600 years of craftsmanship. First as Suzuri—a tool for calligraphy—and now as tableware, Ogatsu Stone has enriched Japanese everyday life with its black color, sophisticated beauty and unique texture.

Suzuri is an essential tool for Japanese calligraphy: a grater of ink-stone which also serves as an inkwell. Over hundreds of years it has assumed spiritual value and importance that go far beyond being just a tool. With its solidity and intricate texture, Ogatsu Stone is known as one of the best materials for Suzuri, once accounting for 90% of all Suzuri production in Japan.

The history of the town, Suzuri and high-quality stone production of Ogatsu dates back hundreds of years. According to oral history, it started about 600 years ago. In recent decades, Ogatsu Stone’s 600 years of tradition and craftsmanship have been finding new expression in tableware. The slate’s silky texture, waterproof quality and high retention of temperature—both heat and cold—make Ogatsu Stone a perfect material for tableware, enhancing the beauty and taste of any food.

Ogatsu city was completely destroyed by the Japanese earthquake and tsunami in march 2011. Only after seven months and thanks to the help of more than 6000 volunteers, they managed to establish a first location for life and work. After a year they succeed to peeled again the stone.

Later on, in June 2014, born some temporary workshop to ensure a workroom for all the evacuated artisans.

PRODUCTS MANUFACTURED BY OGATSU ISHI

Traccia
Design by Setsu & Shinobu Ito, Manufacture by Ogatsu Ishi, Plates, Product 2016
Haiku
Design by Roberto Sironi, Manufacture by Ogatsu Ishi, Plates, Product 2016
Share  Share on Facebook
Facebook
0

Your Cart